Le fasi di lavorazione

Inziamo questo percorso andando per tappe, seguendo le varie fasi di lavorazione dei metalli e delle pietre preziose.

Tutto ha inizio con la fusione, durante la quale si prepara il materiale da lavorare. Proseguiamo poi con le lavorazioni a freddo: la laminazione, la trafilatura e l’incisione.

Alla macchina nota come Ghiglioscé è dedicata un’intera sezione, data la sua particolare funzione e rilevante importanza.

Sempre nel solco delle lavorazioni manuali, seguiamo le fasi di lavorazione che implicano la manipolazione di lastre di metallo e dei materiali di origine animale. Ecco quindi che vengono impiegati rispettivamente tassi e bicornie, bilancieri e trancie, seghe e trapani

Nella sezione dedicata alle fasi di lavorazione finali abbiamo gli strumenti impiegati nelle rifiniture, tra i quali si da una particolare rilevanza alla lucidatura e alla lapidatura.

Una sezione a parte, poi, è dedicata alle botteghe. Cosa sono i marchi di identificazione? Una particolare attenzione viene rivolta alle realtà produttive nell’ambito dell’oreficeria e dell’argenteria bolognese. Un approfondimento di maggior respiro si occupa dei marchi dell’industria dedicata alla produzione di macchinari e strumenti per l’oreficeria, italiani e stranieri.

INIZIA LA VISITA